IL MOVIMENTO NO TAV E IL GRUPPO ORGANIZZATORE DEL CRITICAL WINE – BUSSOLENO ESPRIMONO TOTALE SOLIDARIETA’ AI COMPAGNI DEL CENTRO SOCIALE BURIDDA

E’ un vero tsunami di sgomberi quello che le forze del cosiddetto ordine stanno portando avanti da qualche settimana a questa parte a livello nazionale. Il 4 giugno e toccato al centro sociale Buridda (Genova) storico centro sociale della città, occupato da ben 11 anni. Laboratorio di incontro culturale, sociale, alternativo al vuoto di una città come Genova, abbandonata dalla politica a discapito di profitto privato.

Il clima che si respira nel paese, dopo il trionfo renziano alle elezioni europee, è sempre più fatto di sgomberi, arresti e intimidazioni. Questa operazione và letta unitamente alla grossa operazione della magistratura di Torino di pochi giorni fa, sempre in prima linea nella gestione repressiva del conflitto sociale. Chi partecipa alle lotte sociali viene elevato a “nemico pubblico”.

Siamo vicini alle Compagne e ai Compagni che hanno messo tempo e fatica per costruire spazi di aggregazione sociale e culturale.

La pratica degli spazi sociali deve essere ampliata e non sgomberata .

Complici e solidali col Buridda.

Il Movimento No Tav

Gruppo Critical Wine Bussoleno

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.